Abbiamo conosciuto Fabiana nel 2019 quando ancora il progetto doveva partire e l’idea era dirompente. Tutto nasce da un desiderio preciso. Rompere gli schemi, volere di più, guardando la realtà anche da un altro punto di vista. Così, a Rimini, oggi abbiamo “La Randagia”.


Una “toelettatura su quattro ruote”. È quella che ha deciso di aprire, da qualche mese, la 29enne riminese Fabiana Massimi (originaria di Villa Verucchio), e di chiamarla “La Randagia”. Una specie di “beauty farm viaggiante” per i nostri amici pelosetti, che gira non soltanto a Rimini ma per tutta la Provincia, con l’obiettivo di coccolarli con trattamenti particolari. Fabiana, non solo si prende cura degli animali domestici degli altri con la sua “toelettatura on the road”, ma quando ritorna a casa, ha anche un cane, 8 gatti e 12 galline a cui pensare.

Fabiana, che cos’è esattamente una “toelettatura mobile”?
È un laboratorio di toelettatura che si sposta, un furgone allestito con tutto il necessario all’interno. Di solito, arrivo il più vicino possibile all’abitazione, o dove il padrone del cane è più comodo come, ad esempio, un ufficio, un’azienda, quindi parcheggio all’interno del cortile o nel parcheggio pubblico più vicino. Mi sposto su appuntamento, ovviamente, mi divido le giornate in zone, in quanto copro quasi tutta la provincia di Rimini. Preferisco arrivare dove il servizio di toelettatura è carente, offrendo così un servizio alla comunità.

Fabiana Massimi

Quanti animali riesci a toelettare al giorno?
Riesco a seguire una media di circa 7/8 cani al giorno, dipende molto dalla taglia, il pelo e da quale trattamento svolgo.

Quando ti è venuta questa idea?
Il progetto è partito circa un anno e mezzo fa, ma ho aperto ad aprile. Ho sempre voluto lavorare a contatto con gli animali. Tra l’altro, ho avuto una certa dimestichezza con cani e gatti sin da piccola, ma non sapevo bene cosa in realtà volessi fare. A 15 anni, ho iniziato, per gioco, ad aiutare un’amica di famiglia che faceva la toelettatrice, e così mi sono innamorata di questo lavoro e, soprattutto, del prendersi cura dei nostri amici pelosi. Poi, ho capito che non mi bastava il “toelettare”, ma volevo dare una possibilità a quei cani e gatti che sono paurosi e fobici. Insomma, volevo qualcosa di più, e mi sono avvicinata al mondo dei trattamenti olistici, sperimentando l’uso degli oli essenziali piuttosto che del massaggio e della “cristallo terapia”.

Perché hai deciso di chiamarla proprio così? C’è un significato oltre a quello che salta subito all’occhio?
La Randagia nasce per due motivi: i randagi che vivono in branco fanno “grooming” (toelettare ndr); attività che portano avanti tra membri del gruppo quando c’è una relazione di fiducia. Ed è proprio questo che voglio far arrivare alle persone, oltre al fatto, naturalmente, che l’attività è itinerante e quindi “randagia”

Ci sono altri obiettivi che vorresti raggiungere?
Diciamo che sono sempre alla ricerca di nuove idee e stimoli. La mia testa è in continua evoluzione e penso che non smetterò mai di educarmi a nuove realtà. Però, mi devo dare ancora tempo per poter fare sempre meglio ma, comunque, non mi pongo limiti!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *