Prima Riccione, adesso Rimini. Gianluca Dossena gioca all’attacco avviando un nuovo Wash Dog in una zona centralissima della città. Tra i punti di forza i prodotti, gli ambienti e il Dog Taxi. E per la toelettatura professionale, l’esperienza di Katia Rizzo. Anche se per il momento i progetti per il futuro rimangono ‘top secret’, Wash Dog Rimini ha iniziato la sua corsa per eccellere come sta accadendo Riccione.


A Riccione e Rimini è arrivato “Wash Dog”. Questo format in franchising di self wash per cani e non solo, è stato portato per la prima volta in Italia da Emanuele Guerreschi, che ne aveva aperto uno, a Treviglio (vicino a Milano), nel 2001. Di lì a qualche anno si è sviluppato anche in altre città italiane. Il Wash Dog di Riccione ha aperto nel 2019 e nel 2021 anche a Rimini. Il titolare Gianluca Dossena (nella foto con Katia Rizzo), bolognese di nascita ma riccionese da adozione, ha scommesso nel progetto di due store limitrofi ma complementari. Amante dei cani fin da piccolo, volontario nel canile della città e attivo nelle adozioni, il lavoro non poteva che essere insieme a loro. Aiutando i proprietari a prendersene cura nel momento dell’igiene e andandoli spesso a prendere a casa quando hanno bisogno di un “passaggio” col “Dog Taxi”.

Gianluca, perché hai deciso di aprire questa attivita?

Nella vita ho fatto diversi lavori, ma mai nessuno che mi piacesse veramente e che mi abbia fatto crescere dal punto di vista professionale. Sia io che Stefania (la compagna ndr), abbiamo sempre avuto cani e così, un giorno, sono venuto a conoscenza del franchising Wash Dog e l’ho trovato utilissimo e ben strutturato. Aprire a Riccione è stato il primo passo, dopo un po’ di analisi di mercato e tanto coraggio. Il negozio doveva essere bello sì ma, soprattutto, funzionale! La gente ti premia se gli risolvi un problema e se le attrezzature sono facili da usare e sicure.

Quali servizi offrite ai vostri clienti?

Lavaggio del service H24, accessibile anche quando il centro è chiuso, grazie alla tessera che diamo ai nostri clienti (3500 tesserati tra Riccione e Rimini ndr), in cui si può lavare il proprio cane in vasche con attrezzature professionali, comode e sicure, igienizzate alla fine di ogni lavaggio. Inoltre, offriamo anche un servizio di toelettatura professionale per cani e gatti con professionisti esperti. Senza dimenticare l’“Oxydry”, un trattamento a base di ossigeno e ozono (ossigeno attivo ndr), che dura 10/15 minuti, e che non utilizza né acqua e tantomeno alcun prodotto chimico. Questo sistema è molto utile per risolvere problemi cutanei e patologie come, ad esempio, dermatiti, psoriasi e malassezie. La sua azione antinfiammatoria è velocissima e si vede già dalla prima seduta. Infine c’è anche il servizio Dog Taxi che sta andando moltissimo.

Quante persone fanno parte dello staff di Wash Dog?

In tutto siamo sette persone, ognuno con un ruolo bene preciso. Io mi occupo della gestione del self service, del tesseramento e dell’assistenza ai nuovi clienti nel momento del bagno al loro amico peloso. Ogni cane ha il proprio carattere ed esigenze specifiche, sta a noi essere di supporto e capire cosa è meglio per lui. Poi c’è il team dei toelettattori, ognuno con un proprio stile e specialità.

Quali sono i vostri prossimi obiettivi?

I nostri negozi sono degli “incubatori” di servizi e dovranno in prospettiva dare sempre più strumenti a chi possiede un cane così come all’animale stesso. Abbiamo diversi progetti in essere, in collaborazione con una cerchia ristretta di veterinari e professionisti del settore, ma è tutto ancora top secret!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Katia al lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *