Per la nostra rubrica “Buone Pratiche” non potevamo non raccontare quello che sta accadendo da anni nell’incantevole borgo di Gradara, nella vicina provincia di Pesaro-Urbino, grazie all’impegno di Paolo Torno e Federica Monti. L’intervista è di Nicola Luccarelli.

“Gradara Pet”. Si chiama così il progetto rivolto agli amici a 4 zampe creato da Paolo Torno, Operatore Pet Therapy, Docente di Zooantropologia Didattica, nonché Educatore Comportamentista che, nel 2015, ha anche fondato, insieme a Federica Monti, il Centro Cinofilo “Abbaio Camp”, proprio nel piccolo borgo marchigiano di Gradara, nella vicina provincia di Pesaro-Urbino.

Torno, che vive con quattro cani (Gegia, Birba, Lulù e Sandrino), tre gatti (Zenzero, Elvis e Diamantina), il gallo Ernesto e “signora”, ci spiega esattamente le finalità di questo progetto.

Paolo Torno

Paolo, quando è nato “Gradara Pet” e, soprattutto, perché?
Nel 2019 e ha come obiettivo quello di aumentare, da un lato, l’offerta turistica per le famiglie a 4 zampe, e dall’altro creare “know how” per le strutture ricettive e per offrire formazione specializzata per dog sitter e personale del Canile Comunale.

Quali sono le attività che portate avanti con questo progetto?
Eventi a carattere cinofilo, giornate di sensibilizzazione negli istituti scolastici, ma anche passeggiate lungo il borgo, formazione per strutture ricettive e un supporto educativo per i turisti, senza dimenticare anche un servizio di dog sitting ed attività ludiche per i turisti in visita. Oltre alle scuole cerchiamo di fare campagne di sensibilizzazione riguardo tutti gli animali domestici anche in altre realtà locali come, ad esempio, il “Centro per le Famiglie” di Gradara, non solo fisicamente con consigli pratici ma utilizzando anche video, volantini e attraverso i social.

In questi due anni quanti cani avete seguito?
Come dog sitting circa una trentina. Possiamo contare su una squadra formata da due educatori e quattro dog sitter, molto preparati.

Oltre a voi, chi sostiene Gradara Pet?
Ad averci creduto c’è la mia collega Federica Monti, lo staff dell’Associazione “Cani Sciolti” onlus, lo studio veterinario “Viviani- Ciandrini” di Gradara e, naturalmente, l’amministrazione comunale di Gradara, che sostiene gran parte dell’iniziativa e senza la quale non saremmo mai riusciti in questa impresa. Invece, per quanto riguarda i servizi specifici di formazione per strutture ricettive realizziamo noi un progetto economico e strutturato ad hoc.

A proposito di progetti, quali sono quelli futuri?
Da poco più di un mese, Gradara Pet ha “arruolato” altre 4 nuove “code” under 18, che saranno responsabili della nuova “pet map” e verranno coordinate da me. Si tratta di realizzare una mappa interattiva di tutto il borgo con itinerari specifici e, soprattutto ludici, il tutto strutturato da queste ragazze. Insomma, ci sarà da divertirsi!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *